Bozza del Contratto di Locazione
Also in English

La seguente pagina mostra i contenuti di un contratto di locazione definitivo standard che usiamo. Il testo nero è il testo del contratto stesso; le nostre note con spiegazioni si trovano scritte in rosso.

Il contratto di locazione definitivo sarà firmato alla consegna delle chiavi dell'appartamento. Il primo contratto che firmerete con il vostro nuovo proprietario di casa, prima di effettuare il pagamento del deposito cauzionale, è il contratto preliminare.

Troverai maggiori dettagli su come affittare uno dei nostri appartamenti alla pagina Richiesta di Affitto.

Puoi anche scaricare questa bozza cliccando qui.

Sei un Proprietario?
Trova un'Inquilino!
Domande

CONTRATTO DI LOCAZIONE RESIDENZIALE
TRA


Sig. / Sig.ra (Nome del Locatore) nato/a il (Data di Nascita del Locatore) a (Luogo di Nascita del Locatore), Codice Fiscale (Codice Fiscale del Locatore) di seguito denominato/a per brevità, Locatore,


Dettagli della proprietà, verificati da Renting Milan.
E


Sig. / Sig.ra (Nome del Conduttore), nato/a il (Data di Nascita del Conduttore) a (Luogo di Nascita del Locatore), Codice Fiscale (Codice Fiscale del Conduttore) di seguito denominato/a per brevità, Conduttore.


Dettagli dell’inquilino. Per maggiori informazioni sul codice fiscale:

www.rentingmilan.com/codicefiscale
SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE


1. DESCRIZIONE DELL’IMMOBILE. Il Locatore concede in locazione al Conduttore, che accetta, nello stato in cui essa attualmente si trova, l’unità immobiliare sita in (Indirizzo e Piano dell’Appartamento) completamente arredata, meglio identificata al N.C.E.U. di Milano al foglio ___ mapp ___ , sub. ___ cat. ___ .


Dati della registrazione dell’appartamento presso gli uffici del catasto italiano, verificati da Renting Milan.


2. CONDIZIONI DELL'IMMOBILE. l Conduttore dichiara di aver esaminato i locali oggetto del presente contratto e di averli trovati adatti al proprio uso ed in perfetto stato di manutenzione, riconoscendo che sono esenti da vizi che ne diminuiscano l’idoneità stessa o che possano influire sulla salute di chi vi abita. Si obbliga a riconsegnarli alla scadenza del contratto nello stesso stato e ad eseguire tutte quelle opere manutentive che si renderanno necessarie a tal fine. I locali dovranno essere riconsegnati, al termine della locazione, nel medesimo stato ed in ottimo stato di pulizia, liberi da persone e cose proprie. Alla consegna dell’immobile sarà sottoscritto il verbale di consegna, alla fine di segnalare lo stato dell’immobile e gli eventuali vizi preesistenti. La riconsegna dell’immobile da parte del Conduttore, al termine della locazione, sarà per esso liberatoria quando sancita in tali termini da apposito verbale sottoscritto dalle parti.

Dovete lasciare l’appartamento nelle stesse condizioni in cui lo avete ricevuto nel primo giorno di affitto. Gli appartamenti in Italia devono essere riconsegnati puliti dall’inquilino alla fine del loro periodo di affitto, liberi da oggetti personali e non danneggiati.


L’inquilino si obbliga a non apportare alcuna modifica ai locali nonché agli impianti tutti, senza il preventivo consenso scritto del Locatore. I miglioramenti e le addizioni eseguiti dal Conduttore resteranno a favore del Locatore al termine della locazione, senza alcun compenso, anche se autorizzati. Salva, in ogni caso, rimane la facoltà del Locatore di pretendere la restituzione dei locali nel pristino stato a spese dell’inquilino


Se desiderate apportare modifiche all’appartamento, come per esempio ridipingere le pareti con colori diversi o cambiare la cucina, dovrete chiedere un permesso scritto alla proprietà, tenendo presente che la stessa può chiedere che l’appartamento venga poi riconsegnato nelle condizioni originali precedenti alle vostre modifiche alla fine del periodo di affitto.

Potete sentirvi liberi di appendere foto o quadri alle pareti, decorare l’appartamento o ampliare l’arredamento.

Salva, in ogni caso, rimane la facoltà del Locatore di pretendere la restituzione dei locali nel pristino stato a spese dell’inquilino.


3. DESTINAZIONE DELL'IMMOBILE. Il Conduttore dichiara che l’unità immobiliare oggetto della locazione sarà adibita esclusivamente ad abitazione propria e dei componenti il nucleo familiare con lui residenti. Sono espressamente vietate, anche ove parziali, temporanee o gratuite, la modifica dell’uso convenuto, la sublocazione o cessione in comodato dell’unità, l’immissione nell’alloggio di persone estranee Conduttore o la cessione del contratto.


Non potete subaffittare il vostro appartamento, ad esempio tramite AirBnb, anche se lo lascerete per un periodo lungo.

Potrete ovviamente ospitare amici o familiari che verranno a trovarvi.

Se qualcuno verrà ad abitare in pianta stabile con voi nell’appartamento, dovrà essere incluso nel contratto di affitto.


4. DURATA DELLA LOCAZIONE. La durata della locazione è stabilita in ____________________________ con decorrenza il ____________________________, e scadenza il ____________________________.

Esistono tre tipi di contratto in Italia :

- Contratto Transitorio, con durata fissa per periodi che vanno da 1 a 18 mesi. Questi contratti sono usati per contratti brevi di locazione con periodi determinati.

- Il contratto 4+4, il classico contratto di locazione a lungo termine. Ha una durata standard di 4 anni, con automatico tacito rinnovo per altri 4 anni, ma non vi obbliga ad affittare l’appartamento per gli interi 4 anni. Il contratto può essere cancellato, secondo i termini stabiliti nello stesso, se non desiderate più abitare l’appartamento.

- Il contratto 6+6, che funziona esattamente come il 4+4, ed è usato per alcune tipologie di appartamento, come ad esempio i loft.

Il conduttore ha la facoltà di recedere anticipamente dal contratto con un preavviso di almeno ___ mesi, da comunicarsi a mezzo lettera raccomandata a.r..


Potrete cancellare il nostro contratto di affitto se non desiderate più rimanere nello stesso. Le lettere di cancellazione in Italia devono essere inviate tramite posta registrata ( lettera raccomandata A/R) all’indirizzo di residenza del proprietario di casa. È sempre utile richiedere l’aiuto di Renting Milan in questi casi, per essere certi che la procedura venga eseguita correttamente.


5. CORRISPETTIVO. Il prezzo mensile della locazione viene liberamente e di comune accordo fissato e stabilito nella somma di € ____________________________, (euro ____________________________/__) comprensivi delle spese condominiali,


Le spese condominiali sono le spese del palazzo, che comprendono spese amministrative, tasse, e costi relativi a servizi aggiuntivi che il condominio deve sostenere, come il portiere, il riscaldamento centralizzato, video sorveglianza etc.


da pagarsi in uguali rate anticipate. Rimangono a totale carico del conduttore le spese relative alle utenze di energia elettrica, e gas.


Le spese di elettricità e gas sono generalmente escluse nel prezzo di affitto a Milano. Siete pregati di controllare il vostro contratto per vedere esattamente come dovrete pagare. Generalmente le spese saranno :

- mantenute in nome della proprietà, e voi dovrete rimborsare le spese sostenute.

- volturate a vostro nome, e riceverete le bollette direttamente tramite posta a voi intestata.

Per favore controllare su :

www.rentingmilan.com/help

Per ogni informazione utile a riguardo.

Potrete trovare una stima approssimativa delle spese di elettricità e gas nella sezione “dettagli” in ogni annuncio degli appartamenti presenti sul sito Renting Milan.


6. MOROSITÀ. Il mancato o parziale pagamento anche di una sola rata del canone o degli oneri accessori, nonché della cauzione, decorsi venti giorni dalla scadenza pattuita, costituisce motivo di risoluzione del contratto.


Se non pagate in tempo il vostro affitto, la proprietà potrà dichiarare il contratto risolto, e forzarvi ad abbandonare l’appartamento.


7. CONSEGNA. La consegna dell’immobile è condizionata all’avvenuto pagamento del primo canone di locazione nonché del deposito cauzionale, e verrà eseguita solo all’accertamento dell’incasso.


Riceverete le chiavi dell’appartamento una volta pagati il deposito cauzionale, il primo canone di affitto e la commissione di intermediazione immobiliare.


8. DEPOSITO CAUZIONALE. A garanzia delle obbligazioni assunte con il presente contratto, il Conduttore corrisponde al Locatore alla firma del medesimo la somma di ____________________________, (euro ____________________________/__),


Il deposito cauzionale può variare a seconda degli appartamenti, normalmente lo standard per legge è di 3 mensilità di affitto.


non imputabile a canone né agli oneri accessori, che verrà restituita, previa verifica delle condizioni dell’immobile e sempre che il Conduttore abbia adempiuto a tutti gli obblighi derivanti dal contratto e dalle leggi vigenti, alla scadenza della locazione. Il deposito non è imputabile a canone né agli oneri accessori, neppure per l’ultima scadenza di pagamento, e dovrà rimanere integro fino al termine della locazione.


9. CONDUZIONE, MANUTENZIONE E RIPARAZIONI DELLA COSA LOCATA. Le manutenzioni e riparazioni ordinarie riguardanti l’unità sono a carico del Conduttore, quelle straordinarie a carico del Locatore,




La manutenzione ordinaria, secondo la legge italiana, sono le piccole riparazioni che non influiscono la funzionalità dell’appartamento, come la sostituzione di una lampadina o un piatto rotto.

La proprietà è responsabile per ogni ingente riparazione o per quelle dovute all’invecchiamento dell’appartamento.

Per esempio nel caso una lavatrice si rompa dovrebbe essere responsabilità della proprietà ripararla, a meno che non venga danneggiata a causa del vostro uso improprio e allora spetterà a voi la responsabilità.

Vi consigliamo di leggere la nostra Pagina sui Doveri per capire al meglio le responsabilità del proprietario e dell'inquilino.

Il Conduttore è costituito custode della cosa locata e dovrà mantenerla con la diligenza del buon padre di famiglia. Esso è direttamente responsabile verso il Locatore ed i terzi dei danni causati per Sua colpa, anche ai sensi dell’art.2049 C.C., da spandimento d’acqua e fughe di gas, da mancata manutenzione o riparazione di sua competenza della cosa locata e delle apparecchiature ivi esistenti e da ogni altra colpa, negligenza o abuso nel loro utilizzo. Non provvedendo tempestivamente il Conduttore ad eseguire le opere a suo carico, potrà provvedervi il Locatore ed il relativo costo dovrà essergli rimborsato entro 30 giorni dall’avvenuta esecuzione; in caso contrario potrà essere prelevato dal deposito cauzionale, che dovrà essere immediatamente reintegrato dal Conduttore, pena la risoluzione di diritto del contratto nei termini previsti dall’art.8 che precede. Il Locatore è comunque esonerato da ogni responsabilità per i danni che dall’inadempimento del predetto obbligo derivassero ai locali, agli impianti, ad altri inquilini o a terzi. Quando la cosa locata abbia bisogno di riparazioni che non sono a carico del Conduttore, quest’ultimo è tenuto a darne tempestiva comunicazione scritta al Locatore medesimo, il quale sarà tenuto ad eseguirli tempestivamente. Il Conduttore dovrà consentire, previo avviso, l’accesso all’unità immobiliare locata al Locatore, all’amministratore o a loro incaricati.


10. REGOLAMENTO DELLO STABILE. Il Conduttore riconosce che l’unità immobiliare fa parte di uno stabile di prestigio e si obbliga a rispettare ed a far rispettare ai propri familiari e/o dipendenti il regolamento dello stabile e ad evitare, e a far evitare ai medesimi, tutto ciò che possa risultare pregiudizievole o comunque non conforme all’igiene, alla sicurezza, alla tranquillità, alla moralità e al decoro dell’edificio. L’infrazione alle prescrizioni o alle norme qui richiamate, se contestata almeno due volte all’inquilino mediante raccomandata, determina ipso jure la risoluzione del contratto a danno e spese del Conduttore, ai sensi dell’art. 1456 C.C.


Siete gentilmente pregati di rispettare i vostri vicini. Se ricevete lamentele di comportamenti irrispettosi, come continui schiamazzi notturni, più di due volte via lettera raccomandata dal vostro proprietario, il contratto potrà essere cancellato, obbligandovi a liberare l’appartamento.


11. VISITA DEI LOCALI. Il Locatore si riserva il diritto di visitare, anche a mezzo di persone delegate, con un preavviso di 24 ore, i locali concessi in locazione anche durante il corso della locazione, per constatarne lo stato di manutenzione e conservazione. A partire dal primo giorno dell’ultimo semestre di locazione o dal giorno di comunicazione della disdetta o in caso di vendita dell’unità immobiliare, il Conduttore sin d'ora si obbliga a consentire, sotto pena del risarcimento dei danni, la visita dell’unità immobiliare concessa nell’orario da concordare, ove non fosse possibile concordare fra le parti, con preavviso di 48 ore.


Generalmente i proprietari non visitano l’appartamento durante la vostra permanenza, a meno di motivi validi. Renting Milan concorda sempre direttamente con voi le visite negli orari per voi più convenienti.


12. ESONERO DA RESPONSABILITÀ. Il Conduttore esonera espressamente il Locatore da ogni responsabilità per furti e danni diretti ed indiretti che potessero derivare a sé o a terzi frequentatori dei locali da fatto doloso o colposo o da omissione di altri condomini o inquilini dello stabile, o di terzi in genere e per danni provocati da scassi, rotture e manomissioni per tentato o consumato furto. Parimenti il Locatore è esonerato da ogni responsabilità per l'eventuale scarsità dell'acqua, del gas o dell'energia elettrica e per la mancata fornitura di qualsiasi servizio non imputabile al locatore, ivi compreso il riscaldamento, il condizionamento e l’acqua calda sanitaria. Ove nel corso della locazione venga dichiarata l’inabitabilità’ o inidoneità all’uso contrattuale di tutti o parte dei locali, il Locatore, anche ai fini dell’eventuale conseguente risoluzione del contratto, dovrà solo restituire la parte di canone anticipatagli, proporzionale al mancato godimento, escluso ogni altro compenso ed ogni ragione di danni, anche nell’ipotesi del 2 capov. dell’art. 1578 C.C


La proprietà non è responsabile per gli eventi dovuti alle azioni di terze parti; come per esempio mancanza di energia elettrica dovuta a problemi della linea elettrica, che è responsabilità del locale fornitore di energia.

La proprietà è solo responsabile per eventi direttamente collegati alle sue azioni, come per esempio nel caso di utenze elettriche a loro intestate e non pagate, motivo per il quale potrebbero interrompere la fornitura. Solo in casi come questi la proprietà sarà responsabile.

Vi consigliamo di leggere la nostra Pagina sui Doveri per capire al meglio le responsabilità del proprietario e dell'inquilino.


13. ELEZIONE DI DOMICILIO. A tutti gli effetti del presente contratto, compresa la notifica di eventuali atti esecutivi ed ai fini della competenza giuridica, il Conduttore elegge domicilio nell’immobile locato, anche per il caso che egli, in seguito, più non vi abiti.


L’indirizzo del vostro appartamento in affitto sarà inteso come il domicilio, dove potrete essere trovati in caso di spedizioni di posta.

14. AUTORIZZAZIONE COMUNICAZIONE DATI. Il Conduttore ed il Locatore si autorizzano reciprocamente a fornire i propri dati personali all’amministratore dello stabile o a terzi per adempimenti riguardanti il rapporto locativo o comunque ad esso collegati, secondo le disposizioni del D. lgs. 196/2003.


Voi e la proprietà potrete comunicare i rispettivi dati personali a terze parti per comunicazioni ufficiali riguardanti l’affitto; come per esempio la registrazione del contratto presso l’agenzia delle entrate, o per la procedura per il permesso di soggiorno, dove applicabile.


15. RISOLUZIONE. . Le parti espressamente riconoscono e convengono che gli artt. 2. Condizioni dell’immobile, 3. Destinazione dell’immobile, 7. Morosità, 10. Conduzione, manutenzione e riparazioni della cosa locata, 12. Regolamento dello stabile, 14. Visita dei locali, hanno carattere essenziale. In caso di inadempienza ad una delle clausole sopra riportate o di mancato rispetto delle norme di legge, il presente contratto si risolverà ipso jure per fatto e colpa della parte inadempiente, senza altra formalità che la comunicazione a mezzo raccomandata r.r., ai sensi dell’art.1456 C.C., fatto salvo il diritto della parte adempiente al risarcimento del danno, oltre alla rivalsa per le spese. L’eventuale tolleranza, anche protratta nel tempo, di una parte verso l’inadempienza dell’altra non costituisce in nessun caso rinuncia della prima al suo diritto alla risoluzione del contratto.


Se non rispettate il contratto di affitto o il codice civile della normativa edilizia, la proprietà potrà chiedere la risoluzione contrattuale, obbligandovi a lasciare l’appartamento.

Viceversa, nel caso in cui il proprietario non rispetti il contratto di affitto o il codice civile della normativa edilizia, potrete chiedere la risoluzione contrattuale venendo esonerati dagli obblighi contrattuali.


16. FORO COMPETENTE. Per qualunque contestazione che potesse sorgere nell’esecuzione e/o nell’interpretazione e/o in relazione alla risoluzione del presente contratto, Foro competente in via esclusiva sarà quello del domicilio del Locatore, che viene eletto a tutti gli effetti in Milano. Per quanto non espressamente previsto dal presente contratto si rinvia alla legge 431/1998, alla legge 392/1978 e al Codice Civile. Le norme citate si danno qui per espressamente richiamate ove non contrastino con quanto in via specifica stabilito con il presente contratto


Nel caso in cui voi o la proprietà abbiate un contenzioso durante la durata del contratto, il tribunale di Milano avrà autorità in merito. Renting Milan assisterà entrambe le parti in ogni aspetto durante la vostra locazione.

Sei un Proprietario?
Trova un'Inquilino!
Domande

Contattaci
Rimaniamo alla Vostra disposizone per ogni chiarimento sulla bozza del contratto.